Una canzone che accende ricordi/A song that sparks memories

Nella vita di ogni giorno ci imbattiamo spesso in immagini, luoghi o canzoni che ci portano alla mente ricordi che spesso ci fanno provare sensazioni forti positive o negative. E' quello che mi è successo quando mi sono imbattuta in una canzone apparsa per caso alle mie orecchie una di queste mattine.

E stavo così bene con te, che non sembrava vero
Così male con te, che odiavo il mondo intero
E ora cosa vuoi che faccia?
Forse ricomincerò
A perdermi in un tuo respiro
E in ogni caso, buonanotte, ti pensavo
"Buonanotte, ti pensavo" di Gianluca Modanese

skylight-gf42a81947_640.jpg

Foto di Myriams-Fotos da Pixabay

La prima cosa che ho pensato è stata Se ci fosse @uggya mi direbbe che devo smettere di ascoltare questa roba da ventenni, ma successivamente mi sono tornate alla mente persone e ricordi...

Il primo è stato il volto di un amico... colui che circa un anno fa è entrato nella mia vita, ma che all'inizio di quest'anno ne è uscito in maniera piuttosto improvvisa. Ovviamente è lui "il colpevole" di questo mio interesse per la musica da ventenni, mi ha fatto scoprire cantanti che... nemmeno sapevo che fossero nati! Sono stati mesi intensi, poi... senza una spiegazione, ha trovato di meglio da fare e frequentare e sono stata accantonata. Non essendo più una ventenne da tempo, ho cercato di riallacciare i rapporti, ma... certe cose bisogna volerle in due e in questo caso dall'altra parte non so se mancava la voglia o la capacità di riallacciare...

Poi è apparso mio padre... è scomparso già da alcuni anni, ma ogni volta ricordarlo è una sofferenza. Ogni volta penso agli anni sprecati, a quanto avrei voluto fare con lui e di come, in realtà, lo conoscevo molto poco. Mi manca il suo preoccuparsi sempre di me, il suo darmi aiuto anche solo con una telefonata al momento giusto. Questo mi ha permesso di riallacciare di più il rapporto con mia mamma, anche se mi ritrovo spesso a farmi domande sul mio rapporto con le altre persone. Domande che non trovano risposte, ma che vanno e vengono come le note di una canzone.

Ho ripensato a tutte quelle persone che sono apparse nella mia vita, hanno preso quello che gli serviva e se ne sono andate... di alcune nemmeno ricordo i nomi o i volti. Mi sono sempre detta che non ci sarei ricascata, ma... ogni volta faccio lo stesso errore.

Poi alla fine, quando il buio sembra avvolgerti arriva la luce... I volti di quegli amici scoperti per caso, ma che sono sempre lì quando cerchi una parola o un abbraccio. Del mio compagno che mi sopporta in ogni mia stramberia, nei miei cambi di umore. Che mi è vicino ogni giorno nonostante tutto. E ultimo, ma non ultimo mio figlio. Lui che mi ama senza farsi domande. Che mi dice che sono bella anche quando sono avvolta in un pigiama o in una coperta di pile.

E' strano come sia difficile trovare molte parole per le cose belle, mentre per quelle tristi si riescono sempre a scrivere poemi. Ma se la tristezza abbuia tutto come un manto, bastano tante piccole cose piacevoli che, come stelle nel firmamento, illuminano il buio e trasformano tutto in luce.

E tutto questo solo grazie ad una canzone...

divider-g06bda3483_640.png

In everyday life we often come across images, places or songs that bring back memories that often make us feel strong positive or negative feelings. That's what happened to me when I came across a song that appeared by chance to my ears one of these mornings.

And I was so good with you, it didn't seem true.
So bad with you, that I hated the whole world
And now what do you want me to do?
Maybe I'll start again
To lose myself in one of your breaths
And anyway, good night, I was thinking of you
"Buonanotte, ti pensavo" by Gianluca Modanese

skylight-gf42a81947_640.jpg

Photo di Myriams-Fotos from Pixabay

The first thing I thought was If @uggya were here he'd tell me I need to stop listening to this 20-something stuff, but later on people and memories came back to me....

The first was the face of a friend... the one who about a year ago came into my life, but who earlier this year left rather suddenly. Obviously he is "the culprit" for my interest in music in my twenties, he made me discover singers that... I didn't even know were born! It was an intense few months, then...without an explanation, he found better things to do and hang out with and I was cast aside. Not being a 20-something for a long time, I tried to reconnect, but...some things you have to want in two and in this case on the other side I don't know if the desire or ability to reconnect was lacking....

Then my father appeared... he's been gone for a few years now, but every time I remember him is a pain. Each time I think about the wasted years, how much I wanted to do with him and how, in reality, I knew him very little. I miss his always worrying about me, his giving me help even with just a phone call at the right time. This has allowed me to reconnect with my mom more, even though I often find myself asking questions about my relationship with other people. Questions that are not answered, but come and go like the notes of a song.

I thought back to all those people who appeared in my life, took what they needed and left...some I don't even remember the names or faces of. I always told myself I wouldn't relapse, but...I make the same mistake every time.

Then finally, when the darkness seems to envelope you the light comes.... The faces of those friends discovered by chance, but who are always there when you're looking for a word or a hug. Of my partner who puts up with me in all my eccentricities, in my mood swings. Who is close to me every day despite everything. And last but not least my son. He who loves me without question. Who tells me that I'm beautiful even when I'm wrapped in pajamas or a fleece blanket.

It's strange how difficult it is to find many words for the beautiful things, while for the sad ones you can always write poems. But if sadness covers everything like a mantle, all it takes are many small pleasant things that, like stars in the firmament, illuminate the darkness and transform everything into light.

And all this only thanks to a song....



0
0
0.000
3 comments
avatar

Aspetto con terrore il momento in cui l'ometto di casa ti farà scoprire i cantanti che scoverà in autonomia, dovrò preparare forti dosi di rock per contrastarlo! 🤣

Scherzi a parte, le parole positive ci sono, va solo trovato il modo giusto per farle uscire fuori!

0
0
0.000