Smartworking al tempo del Coronavirus. Considerazioni dopo la prima settimana.

in Olio di Balena11 months ago

Premessa

E' trascorsa poco meno di una settimana da quando Conte è apparso al TG1 proclamando lo stato di allerta nazionale dichiarando l'Italia come Zona Protetta... che poi è un eufemismo per non definirla Zona Rossa ma... questo è un altro discorso.

Dalla scorsa settimana, l'azienda per la quale lavoro, si è attivata per dare ai propri dipendenti la possibilità di lavorare da casa ed ovviamente, dopo gli ultimi sviluppi, quasi tutti i miei colleghi, me incluso, si sono avvalsi di questa possibilità.

Da martedì 10 marzo, dunque, ho potuto finalmente sperimentare lo smartworking e sono pronto a trarre qualche considerazione di merito.

La postazione di lavoro

Uno dei primi problemi che ho dovuto affrontare è stata la postazione di lavoro.

Non avendo mai avuto la necessità di lavorare da casa per molte ore, quando mi capitava di finire un lavoro accendevo il portatile sul tavolo della cucina.

Questa postazione, per la conformazione di casa mia, toglie spazio alla mia compagna e mi ha obbligato, i primi giorni, a mettere e togliere il portatile sul tavolo a seconda degli orari di pranzo o cena.

Dopo quattro giorni, quindi, abbiamo deciso di prendere un tavolo che abbiamo in salotto e che usiamo quando arrivano gli ospiti e di piazzarlo in centro alla sala proprio di fronte alla vetrata per posizionarci il portatile in modo da avere una bella postazione di lavoro con vista sulla piazza di fronte casa.

Avere una buona postazione di lavoro è fondamentale per poter lavorare comodamente e, con la schiena al muro, posso fare videoconferenze con i colleghi senza imbarazzo.

Abitudini

La prima cosa che il lavoro a casa ti sbatte in faccia è la possibilità di far a meno delle solite abitudini. Non è più necessario svegliarti presto al mattino, vestirti più o meno elegantemente, affrontare il viaggio in treno per arrivare in centro e passare dodici ore della tua giornata fuori casa.

Per questo motivo, i primi due giorni ho iniziato la mia routine lavorativa svegliandomi quasi due ore dopo del solito ed attaccandomi subito al PC dopo un semplice caffè. Tuttavia mi sono subito accorto che quelle abitudini, in realtà, mi predisponevano ad affrontare la giornata lavorativa per cui ho deciso prontamente di ripristinarle.

Da giovedì scorso, dunque, mi sono svegliato alla solita ora. Poi, dopo un'abbondante colazione, ho approfittato del tempo che normalmente avrei passato in treno a viaggiare, per leggere un capitolo o due del mio libro del momento per poi accendere il PC qualche minuto prima delle 9 del mattino, timbrare sul portale ed iniziare a lavorare. Ovviamente ho ripreso a vestirmi evitando di stare tutto il giorno in pigiama.

Ho cercato anche di ripristinare i medesimi orari delle pause che avevo in ufficio per cercare di mantenere una certa costanza nel lavoro ed una certa concentrazione.

Devo dire che ripristinare le abitudini è stato molto salutare per il mio cervello.

Costi

Senza dubbio, stare a casa giova al portafogli.

Prima di tutto il viaggio in treno. Certo, avendo l'abbonamento mensile ancora non posso ammortizzare questa spesa che anzi, per il momento è un mancato sfruttamento di un costo già sostenuto ma se le cose dovessero andare avanti potrei risparmiare quasi 100Euro al mese.

Per buona pace dei bar e ristoranti, anche la spesa per il pranzo è stata di molto ridimensionata. Questa è sicuramente una voce di spesa importante durante il mese e poterla abbattere così drasticamente ha fatto in modo che il mio portafogli mi ringraziasse sentitamente.

Stando a casa, inoltre, fumo di meno. Sarà che sto meno all'aria aperta, sarà che sono meno stressato, sarà che con i controlli che l'azienda effettua da remoto si è più restii a lasciare la postazione... fumo di meno. Ovviamente anche questo fattore viene recepito con entusiasmo dal portafogli.

Stando a casa, dunque, si hanno meno spese e a fine mese è senza dubbio un vantaggio che può indurti a risparmiare di più.

Strumenti utilizzati

Il mio lavoro si svolge prevalentemente tramite al computer.

Per questo motivo la mia operatività non ha risentito della forzata reclusione imposta dall'emergenza sanitaria.

I nostri amministratori di rete ci hanno prontamente installato il Cisco AnyConnect VPN per poterci permettere di accedere ai servizi della rete aziendale.

Grazie a questa soluzione tecnologica posso accedere ai server che amministro tramite Remote Desktop nel caso delle macchine Windows e tramite *ssh nel caso delle macchine Linux.

Per quanto riguarda le conferenze audio video utilizziamo l'ottimo software messo a disposizione dalla Microsoft denominato Teams. Si è rivelato essere un ottimo aiuto nel rimanere in contatto con i colleghi con i quali si riesce a comunicare agevolmente.

Per quanto riguarda il numero di linea fissa, avendo telefoni VoIP, l'amministratore di sistema ha installato un piccolo client sul PC denominato MicroSip che permette di rispondere alle chiamate al telefono in ufficio direttamente dal proprio computer a casa. Analogamente ci permette di chiamare degli esterni (fornitori o colleghi non collegati al momento) come se fossimo in ufficio.

Per le aziende di piccole dimensioni ho scritto un post domenica scorsa dove spiego degli strumenti alternativi e a basso costo per effettuare tutte queste operazioni.

Lato operativo, dunque, per coloro che sono abituati a lavorare con un computer, devo dire che lavorare da casa o in ufficio non cambia di molto la propria produttività... anzi... personalmente, e confrontandomi con altri colleghi, ho notato che da casa si lavora di più: ci sono meno distrazioni!

Controindicazioni e considerazioni finali

Ovviamente qualche controindicazione c'è.

La mancanza di rapporti umani con l'esterno appiattisce tutti i contatti. Le videoconferenze, per quanto siano uno strumento all'avanguardia, non permettono il contatto umano.

Questo è il fattore che mi manca di più. Per quanto mi piaccia stare a casa e per quanto non mi pesi godermi un po' di solitudine, vivo il fatto di non avere una scelta come una lesione della libertà personale.

In fin dei conti, dunque, penso che lo smartworking sia una grande opportunità per le aziende che possono permettersi di metterlo in atto.

Spero davvero che questa emergenza sanitaria possa portare i management delle aziende a riconsiderare l'argomento con occhi diversi.

E tu? Se lavori con il computer stai facendo smartworking in questo periodo? Cosa ne pensi al riguardo?

Origine delle immagini:


Sort:  

Ho vissuto all’estero per diversi anni, in Lettonia, e in questo Paese del nord Europa ho capito fino a che punto l’Italia sia rimasta analogica in un modo quasi imbarazzante. In Lettonia la figura di IT è richiesta in ogni settore, e praticamente tutto è digitalizzato. Lì avevo anche avuto esperienza di smart working perché lo avevo richiesto esplicitamente all’azienda per la quale lavoravo. La differenza culturale infatti si sentiva nell’aria ed era per me praticamente impossibile lavorare in modo sereno. Dopo che mi facevo ogni mattina un’ora di tram, uscivo di casa con -15 gradi, non vedevo praticamente mai il sole perché d’inverno le poche ore di sole sono quelle passate in ufficio, mi dovevo anche subire la compagine di un manager molto antipatico e nessun contatto umano, si comunicava tramite messaggi su Skype nonostante si fosse gli uni di fronte agli altri. Ci sono stati perciò solo vantaggi per me in quel caso!! Oltretutto passavo più tempo con il mio compagno e anche questo mi rendeva serena e mi faceva sentire meno sola. Il fatto di poter pranzare tutti i giorni assieme e fare delle piccole pause nelle quali si scambiano due parole con chi si ama non ha prezzo. Io credo che oggi non abbia quasi più senso (per alcuni tipi di lavoro) recarsi in un ufficio a km di distanza da casa e sentirsi costretti lì dando molto meno energie nel lavoro.

Non posso che concordare. Certo anche in questo caso bisogna organizzarsi ma ci sono più vantaggi che svantaggi. Grazie infinite per la tua testimonianza!!

Grazie a te per la tua riflessione. E' bello vedere che nonostante questo periodo difficile siamo comunque aperti e pronti a vedere i lati positivi, a imparare cose nuove, a cercare di migliorare la nostra condizione come si può, e a riflettere su come migliorare la nostra società. Io lo trovo meraviglioso e credo fermamente che quando saremo usciti da questo ostacolo saremo più forti, delle persone migliori, saremo una società più matura che riuscirà a cambiare rotta verso le cose importanti della VITA. Perchè ci siamo dimenticati purtroppo di proteggere ciò che vive. Spero con tutto il cuore che riusciremo a dargli il valore inestimabile che merita.

Greche a te per il prezioso commento.
Spero prima di tutto che questa emergenza serva a far riflettere le istituzioni di quanto i tagli alla sanità siano una pessima idea.
Spero che comprendano quanto 1.000 persone in terapia intensiva a Milano non possano e non debbano mettere in ginocchio un ospedale.
Usciremo più forti di prima?
Me lo auguro per me, per te, per l'Italia

Nella mia azienda era già attivo lo smart working, avevamo tutti già fatto i corsi e tutti gli strumenti software necessari.
Prima avevamo a disposizione 4 giorni al mese, cioè circa un giorno alla settimana.
Dal 25 febbraio è stato istituito lo Smart working straordinario fino a data da destinarsi per tutti.
Per me, quindi, non è né una novità né un problema.
I vantaggi sono indubbi e notevoli per tutti, sia per l'azienda che per i lavoratori che per la produttività.
Per il lavoratore in particolare ci sono alcuni svantaggi e alcuni vantaggi:
1- dover attrezzare una postazione
2- riscaldare o raffreddare la casa a proprie spese
3- maggiore sedentarietà
4- minori spese per cibo
5- nessuna spesa di viaggio
6- miglior rapporto ore impegnate/ore lavorate
7- necessità di una connessione internet di buon livello
8- maggiori spese di energia elettrica
9- rischio solitudine per chi vive solo

Ci sono molti altri aspetti da tenere in considerazione, ma questi, a mio parere sono i principali.

In ogni caso, volenti o nolenti, questo è il presente per moltissime persone e, tutto sommato, spero che lo smart working sia "here to stay" anche sopo questa emergenza, che ha scardinato un sacco di cose, tra cui anche questa.

Assolutamente d'accordo.
Ci sono molti aspetti da considerare e non é tutto bianco o nero.
Speriamo che finisca presto e di poter avere una scelta 😄

Sono stato sempre a favore dello smartworking perchè permette di risparmiare tempo a entrambe le parti in gioco: datore di lavoro/azienda e lavoratore.
L'unico svantaggio è, come hai evidenziato anche tu, il contatto umano che per me ha un grande peso...
Bell'articolo @vittoriozuccala
!BEER
!MARLIANS
!COFFEEA
!trdo

Congratulations @libertycrypto27, you successfuly trended the post shared by @vittoriozuccala!
@vittoriozuccala will receive 0.94773038 TRDO & @libertycrypto27 will get 0.63182025 TRDO curation in 3 Days from Post Created Date!

"Call TRDO, Your Comment Worth Something!"

To view or trade TRDO go to steem-engine.com
Join TRDO Discord Channel or Join TRDO Web Site

Grazie mille.
Sto iniziando a fare le mie considerazioni sul campo.
Molto vero anche ciò che ha aggiunto @ilnegro circa l'aumento delle spese di riscaldamento e rischio solitudine per chi vive da solo...
Fosse capitato 5 anni fa, dovendo rimanere nella mia casa da solo sarebbe senza dubbio stato un problema per me...
Adesso sono più vantaggi che svantaggi

In quanto Steemiani siamo già tutti un po' smartworker. Grazie del bell'articolo @vittoriozuccala

Vediamo se poi rimane, secondo me no... forse nelle aziende più grosse, ma quelle già ci avevano pensato. Su tutte le altre si tornerà alla situazione di prima.


Questo post è stato condiviso e votato all'interno del discord del team curatori di discovery-it Entra nella nostra community! hive-193212
This post was shared and voted inside the discord by the curators team of discovery-it. Join our community! hive-193212


Hello!

This post has been manually curated, resteemed
and gifted with some virtually delicious cake
from the @helpiecake curation team!

Much love to you from all of us at @helpie!
Keep up the great work!


helpiecake

Manually curated by @phage93.


@helpie is a Community Witness.

In quanto Steemiani siamo già tutti un po' smartworker. Grazie del bell'articolo @vittoriozuccala

Grazie a te per il commento Lorenzo!


Hey @vittoriozuccala, here is a little bit of BEER from @libertycrypto27 for you. Enjoy it!

Learn how to earn FREE BEER each day by staking.

coffeea Lucky you @vittoriozuccala here is your COFFEEA, view all your tokens at steem-engine.com Vote for c0ff33a as Witness

Congratulations @vittoriozuccala, your post successfully recieved 0.94773038 TRDO from below listed TRENDO callers:

@libertycrypto27 earned : 0.63182025 TRDO curation


To view or trade TRDO go to steem-engine.com
Join TRDO Discord Channel or Join TRDO Web Site